HOME | PROFILO | OPERE | APPUNTAMENTI | VIDEO | FOTO | ARTICOLI | SHAMANE ALLA RADIO

Opere

Libri e video a firma Devana
Antenate - La visione delle donne
Antenate - La visione delle donne

Scarica Testo Integrale

Alicia E Pedro Pas In Viaggio Nel Nido Di Tordo
Alicia E Pedro Pas In Viaggio Nel Nido Di Tordo

Scarica Testo Integrale

A Cena Con Lucifero
A Cena Con Lucifero

Scarica Testo Integrale

I Racconti
Del Risveglio
Per le bambine e le loro mamme

I Racconti Del Risveglio
Scarica Testo Integrale
Los Cuentos Del Despertar
Para Las Niñas Y Sus Madres

Los Cuentos Del Despertar
Descargar Texto Completo
Contes
De L’Éveil
Pour Les Petites Filles Et Leurs Mères

Contes De L’Éveil
Download Le Texte Intégral
Die Geschichten Des Erwachens
Für Mädchen Und Ihre Mütter

Die Geschichten Des Erwachens
Download The Texte

Manuale Della Sciamana Moderna
Manuale Della Sciamana Moderna
Nella nostra società “occidentale e civilizzata” il concetto di sciamanesimo rimanda a rituali di popolazioni native (o quello che ne resta) e a culture distanti dalla nostra nella quale le religioni sono assenti e le popolazioni sono “pagane e selvagge”. Viaggiando da 15 anni in tutto il pianeta, incontrando uomini e donne di conoscenza nativa e bagnandosi nelle acque dei siti sacri per risvegliare le sue memorie cellulari, Devana, si è resa conto che lo sciamanesimo è uno stile di vita (e non un mestiere o una serie di tecniche che si possano imparare a un corso con diploma finale).
Essere sciamane significa vivere in modo sacro trasformando la vita ordinaria in una cerimonia grazie alla consapevolezza e all’attenzione.

Essere sciamane significa camminare nella natura sapendo che è nostra Madre, respirando con lei, rispettandola e ripulendola a volte dall’immondizia abbandonata.

Cucinare e mangiare essendo coscienti che il cibo è un suo dono e scegliendo una alimentazione non violenta.

Ringraziare e fare piccole offerte (biodegradabili!) agli alberi, alle pietre, all’acqua.

Collegarsi con gli elementi – pietre, alberi, acqua, vulcani - che possono trasmetterci le antiche memorie della nostra origine e del nostro lignaggio.

E’ così che si risveglia la nostra natura divina e le nostre memorie sciamaniche. Rendendo sacro e consapevole ogni nostro gesto quotidiano, compiendo ogni azione con gioia e gratitudine, rispettando ogni forma di vita, cantando e suonando la danza della vita di cui siamo cellule. Esercitandoci a vivere la vita ordinaria in modo sacro e consapevole la nostra vibrazione cambia e varchiamo il portale.

Conoscere la ruota di medicina non è sufficiente, bisogna saperla applicare ai gesti della vita quotidiana, riconoscendo gli animali totem e le loro medicine anche nel giardino di casa.

Questo manuale segue l’autrice Devana, attraverso fotografie, nei momenti fondamentali della sua vita sciamanica e delinea gli step di base per risvegliare le memorie addormentate nelle cellule di ognuno di noi.

Ascolta l'intervista

La Via Pagana A Compostela
LA VIA PAGANA A COMPOSTELA
Il Finisterre occidentale di Galizia era già conosciuto secoli prima del cristianesimo. Strada che termina ai confini del mondo conosciuto, partiva dal Mar Nero e attraversava l’Europa, portando i pellegrini pagani verso l’estremo tramonto. Da millenni i camminanti giungono a questa terra e fu sopra questo cammino ancestrale che si costruì il cammino giacobeo.
Ma Compostela è anche un viaggio sciamanico, un viaggio che tutti noi prima o poi dobbiamo intraprendere. Da est a ovest seguendo la via del sole, il pellegrino cammina verso l’oceano, dove il vascello lo attende per portarlo nelle terre immortali. Durante il cammino sull’antica via della Madre, il corpo trasmuta con un processo alchemico cellulare.

Questo libro racconta tutto ciò che non è mai stato detto su Compostela e sulle sue origini pagane. Contiene inoltre il “Diario del Cammino”, con tutte le informazioni e i luoghi sacri dove sostare per le proprie cerimonie, lungo il cosiddetto “Cammino dei Druidi” o “Cammino dell’Oca” che parte e ritorna a piedi a Santiago dopo aver raggiunto l’oceano. La via del ritorno è l’opera al rosso alchemica. Questo cammino dimenticato da secoli è stato riaperto energeticamente nel 2012 dall’autrice Devana insieme alla sciamana castigliana Teresita Ramos. Contiene inoltre la descrizione e ubicazione di luoghi sacri delle antiche tradizioni pagane – indicati dall’autore Rafael Lema - che normalmente il camminante non visita perché sono fuori dal tracciato del più famoso “Camino frances”.

E’ un fai-da-te dell’antico cammino pagano per tutti coloro che desiderano staccarsi dal tracciato più commerciale e scoprire una spiritualità europea nativa di cui impregnarsi camminando verso ovest.

Indice
Finisterre - un viaggio verso l’ascensione
L’asse dei Pirenei e il Cammino Atlantico
I Paesi Baschi e il mistero di Hendaye
La croce ciclica
Proseguendo verso ovest
Compostela specchio della Via Lattea
...E a est Abbadia san salvatore e il Monte Amiata
Compostela – la storia segreta del cammino dei pellegrini in Europa
Alla ricerca dell’Isola dei Beati
Compostela, il cammino che costruì l’Europa
Abenland – il cammino del sangue
Galizia, terra di miti ed eroi
Una via di arte e religione: il cammino del graal
Finisterre: il primo cristianesimo. Priscilianisti e chiesa celta
Galizia. Terra di Venere
Ultima frontiera ariana
Da Galitzia a Galicia: la vecchia Europa
Urheimat
Il paese di Atlante
Seguendo le orme dei templari
Diario del mio viaggio sciamanico sul cammino dei druidi a Compostela

Guarda la Conferenza


Sciamane - Storie Canti e Risvegli di Anziane Sedute in Cerchio Sciamane

Storie Canti e Risvegli di Anziane Sedute in Cerchio


Ascolta il concerto di Madrid




Sciamane - Storie Canti e Risvegli di Anziane Sedute in Cerchio

Le Sciamane Non Vanno In Taxi
“Le Sciamane Non Vanno In Taxi”, Anguana Edizioni 2013 - Devana, scrittrice sciamana e viaggiatrice ormai alla sua undicesima pubblicazione, dopo anni passati a scrivere seri resoconti di viaggio correlati di scoperte archeo-misteriche sui siti sacri e i portali interdimensionali nel pianeta, in questo libro ha deciso di narrare alcune delle sue più emozionanti avventure, quelle che le hanno risvegliato la memoria della sciamana contenuta nelle sue cellule.
Ogni capitolo, dallo stile leggero e divertente, affronta una vera avventura dell'autrice seguita da un insegnamento sciamanico, dalla zuppa di guarigione al bagno di purificazione nell’acqua gelata, al canto alla memoria delle pietre, che può essere sperimentato anche dal lettore. Sciamane si nasce, non si diventa. Ma occorre trovare un modo per ricordare le “tecniche” e i rituali sperimentati in altre vite. La via dello sciamanesimo insegna soprattutto a osservare tutto ciò che ci succede e a trasformarlo in insegnamento e messaggio proveniente dall’Universo. Così Devana parte all’avventura col suo trolley rosso semidistrutto e, quando torna, più o meno ammaccata, ha acquisito nuovi ricordi-insegnamenti da condividere, come in questo libro.

Ascolta l'intervista


Visita il sito! - Scarica Estratto Libro

La Quadrilogia dell’Immortalità: viaggi nei siti sacri di tutto il mondo, esperienze sciamaniche e collegamenti biologico-esoterici tra le Antiche Pietre e il dna umano
Gra(d)al
1. “Gra(d)al – Il segreto della torre”, Nexus ed. settembre 2006 – lo zed in Egitto, Rennes le Chateau e il Bugarach, il Perù da Nazca al Titicaca, da Cusco al Macchu Picchu, i templari e gli Inka, la ghiandola pineale e la Maddalena, gli Anunnaki e i Britanni.
La mitica torre di Bab’el. Una ghiandola contenuta nel nostro cranio che produce l’ormone dell’immortalità. La “Sacra Coppa” a vario titolo collegata alla figura di Gesù e a quella di Artù. Che legame esiste tra questi tre elementi e i siti sacri in Mesopotamia, Egitto, Pirenei, Inghilterra e Ande? E com’è connesso tutto questo con le fratellanze massoniche e templari?

Il passaggio da indagare è quello che, partendo dal geroglifo egizio della torre “zed”, simbolo dell’immortalità, si congiunge al “Calice” passando attraverso il “GRA(d)AL”, che significa TORRE.

L’autrice suggerisce un’ipotesi completamente nuova che, suffragata da fotografie scattate durante numerosi viaggi nei luoghi dove sorgono siti megalitici ed esoterici, non ignora la tradizione di studio finora esistente ma anzi la armonizza i un teorema di assai più ampio respiro e di maggior interesse.

Il testo porta il lettore a comprendere come da un “errore di interpretazione”, forse voluto, sia nato il mito della Sacra Coppa e di quali siano le sue radici storiche da 400.000 anni ad oggi. La torre “zed” è nascosta nella Grande Piramide? E’ soltanto una? Cosa cercavano i templari sulle Ande dove fuggirono per scampare ai roghi dell’Inquisizione?

Il collegamento tra la Grande Piramide e Myriam di Magdala apre nuove prospettive di indagine.


Scarica Testo Integrale

Guarda le foto
La Via Degli Immortali
2. “La via degli immortali (come ritrovare la chiave per l’immortalità)”, Melchisedek ed. marzo 2008 – Cambogia e Perù settentrionale, la Bretagna celtica e la foresta di Brocéliande specchio dei Pirenei, Hildegard Von Bingen, la spada nella roccia di Montesiepi.
Dopo aver percorso il pianeta alla ricerca delle torri dell’immortalità conosciute come ZED, e averne collegato la funzione a quella del GRAAL nel suo precedente lavoro, Devana ritorna a viaggiare sulla base di una nuova intuizione.

Le torri e i luoghi dove le cellule possono ritrovare la loro origine immortale sono molti e la loro dislocazione sulla terra è legata alla serie di Fibonacci e alla mappa stellare di cui i siti sacri sono lo specchio. Sul Corano la parola usata per “costellazione” significa in realtà “torre”.

Il viaggio riparte dalle piramidi del deserto nord peruviano e prosegue ad Angkor, l’antica città cambogiana di pietra, e poi nei siti megalitici bretoni tra Carnac e Brocéliande, fino a giungere inaspettatamente in nord Italia, dove scritte pelasgiche emergono da un affresco in una chiesa longobarda.

Nuove intuizioni che, straordinariamente, portano risposte alla più urgente delle domande:
"POSSIAMO ESSERE IMMORTALI?".

Dai sedili del diavolo alla riattivazione della memoria cellulare, dalle visioni di Hildegard Von Bingen alla spada nella roccia di Montesiepi, dal dna spazzatura alle Madonne Nere, il viaggio prosegue per ritrovare la via degli immortali e, nel consueto stile di Devana, viene supportato da abbondante materiale fotografico e riscontri tratti dalle parole dei maggiori ricercatori di tutti i tempi. La chiave è “fermare l’oscillazione della dualità per tornare al centro”.


Scarica Testo Integrale

Guarda le foto
Il Ponte Tra I Mondi - Oltre L'Apocalisse
3. “Il ponte tra i mondi - Oltre l’Apocalisse”, Melchisedek ed. settembre 2009 – Giappone, Isola di Pasqua e Messico, i mondi interni e i cenotes, il sole nero e la sessualità sacra, il canto sacro e l’acqua vascello interdimensionale.
Eravamo immortali e lo abbiamo dimenticato...

Dalle acque gelide delle Ande sul cammino Inka del Qhapaq Ñan, alle acque bollenti del Giappone coi suoi templi e giardini zen, dai misteriosi Moai dell’Isola di Pasqua alle piramidi messicane passando per le enormi teste Olmeche, Devana ritrova l’importanza dell’acqua come mezzo per transitare fuori dall’illusione verso l’immortalità.

In questo volume, che completa la trilogia dell’immortalità insieme a “Gra(d)al il segreto della torre” e a “La via degli immortali”, Devana documenta prove inconfutabili della nostra naturale immortalità, prove ottenute come di consueto viaggiando nei siti sacri di tutto il mondo, incontrando sciamani e sapienti e sottoponendosi lei stessa a forti prove iniziatiche.

La risposta non è “in alto” ma nel centro del pianeta, che i nativi americani chiamano Inframundo e dal quale si potrà prendere la spinta per salire verso il nostro prossimo livello evolutivo e viaggiare attraverso i tunnel interdimensionali. Gli antichi sapevano che “la via” parte dal centro della terra a cui si accede tra l’altro dai vulcani Rapa Nui e dai cenotes Maya. Oggi la scienza conferma che il cuore della terra è attivo e vivo.

Il “mezzo” sarà l’acqua, attraverso la quale stiamo recuperando le antiche conoscenze perdute e grazie alla quale si attiverà la nostra merkaba. Viaggiando e osservando Devana scopre l’enorme quantità di indizi che, come in un thriller, gli antichi ci hanno lasciato perché avessimo tracce da seguire verso il risveglio.


Scarica Testo Integrale

Guarda le foto
La Quinta Dimensione
4. “La Quinta Dimensione - Viaggio agli inframundi”In questo scritto non entrerò nel merito del perché e da chi i nostri sensi siano stati alterati, il nostro dna manomesso e bloccato, la nostra ghiandola pineale atrofizzata e la nostra capacità creativa resa inservibile da programmi mentali limitanti esterni alla nostra volontà.
Né entrerò nel merito del perché e da chi sia stato creato il film interattivo che chiamiamo realtà.

Che esista un complotto è indubbio. Ma è ora di smetterla di focalizzarsi sul complotto per dare tutta la nostra attenzione invece al come uscirne: continuare a sentirci vittime del complotto non fa che nutrirlo e consolidarlo.

Se sia vera la teoria dei rettiliani e degli illuminati che hanno alterato la razza umana per ridurla in schiavitù così da nutrirsi e sopravvivere grazie all’energia emessa dagli umani, o se invece sia stata a suo tempo una nostra libera e consapevole scelta il renderci disponibili all’esperimento cosmico di, trovandoci in una situazione di dualità, ricollegarci alla nostra divinità e alla memoria dell’Unità grazie al nostro libero arbitrio, e quindi di tornare nell’Uno, non mi interessa indagare. Fiumi di inchiostro sono stati scritti su questo.

Scarica Testo Integrale

Guarda le foto

Eko-Nomia
“Eko-Nomia - Il futuro senza denaro”, Melchisedek ed. novembre 2008 – l’Età dell’Oro che ci attende senza denaro e senza proprietà privata, senza malattia né invecchiamento, come previsto dagli utopisti e oggi possibile grazie al 2012.
Dall’età di 7 anni, in cui ne ricevette la visione, a quella della laurea in economia, Devana ha serbato nel cuore la memoria di una società dell’Oro in cui si vive senza denaro.

Il tema dell’”Utopia” non è certamente nuovo: molti illustri pensatori del passato – Moro, Campanella, Bacone, Tolstoij per dirne alcuni – hanno parlato della società perfetta che vive nella comunione scambiando liberamente i prodotti del suo lavoro senza ricorrere al denaro.

Una società felice, perfetta, che vive nell’abbondanza e nella gioia. Diversamente da allora, però, oggi i tempi sono maturi affinché questo succeda, poiché il prossimo cambio di polarità nel pianeta e la fine della dualità faranno in modo che il denaro, frutto dell’ego e della paura, scompaia in quanto inutile.

Questo non significa che esso sarà rimpiazzato dal baratto: non si tratta di un ritorno a società primitive bensì di un’evoluzione basata sulla consapevolezza che noi uomini torneremo ad essere Dei: questa è la descrizione di come vivremo.

Devana, autrice di libri sull’immortalità cellulare e sui luoghi del pianeta dove tale memoria è custodita, prospetta uno scenario possibile che sarà la naturale evoluzione della comunità umana dopo il cambio di polarità: unico requisito essenziale… l’aumento del livello di coscienza.


Scarica Testo Integrale
Meditazione Per L'Anima
“Meditazioni Per L'Anima”
Viaggi guidati nella Quinta Dimensione con musica stellare

Meditazioni e canto di Devana, Anima ed. 2009
Lo consigliamo perché
Siamo fatti d’acqua e l’acqua viene informata dal suono come dimostrano accreditate teorie.
Il canto canalizzato di Devana e la musica d’improvvisazione consentono alle sue visioni di entrare nel nostro programma cellulare mettendoci a disposizione uno strumento efficace per concretizzare la Quinta Dimensione nella nostra vita. Poiché il nostro cervello ci consente di vedere solo ciò che ritiene possibile, cambiando la nostra visione interiore possiamo finalmente cominciare a vedere l’Età dell’Oro che già ci circonda fuori dal velo dell’illusione.

Argomento
Le tre meditazioni proposte guidano l’ascoltatore in un viaggio nella Quinta Dimensione, il nostro prossimo livello evolutivo al quale perverremo col corpo. Per poterci stabilizzare in essa dobbiamo cambiare le nostre aspettative riguardo alla “realtà” e con la visualizzazione creare nuovi pensieri che orientino al nuovo le nostre percezioni sensoriali. Questa è la strada per entrare in Quinta Dimensione col nostro corpo fisico divenuto immortale. Il primo viaggio porta l’ascoltatore a incontrare gli abitanti di Quinta e a ricevere una vestizione rituale con il colore della sua anima. Nel secondo si visita il villaggio, si danza e si assaggia il delizioso cibo offerto e nel terzo si sale al tempio delle guarigioni per ripulire attraverso il canto e la musica gli ultimi residui di scorie emozionali che ci tengono incatenati alla quarta dimensione. I tre viaggi possono essere compiuti senza interruzioni o separatamente a seconda delle preferenze dell’ascoltatore.

Guarda il VIDEO


Compostela
“Compostela” - Viaggio-Concerto sul Camino de Santiago
Meditazione per l'Ascensione di Devana
Per ricevere il CD scrivimi a info@devanavision.it
2° tappa – Eremo di San Guillermo a Fisterra, antica Ara Solis, sulla montagna della penisola di Fisterra, rivolta a oriente per salutare dall’estremo occidente la nascita del sole. Di nuovo un connubio. Di nuovo cantammo, sedute nella grotta che ospitò l’eremita e che p...

Tornata!! Eccomi qua a cercare di relazionare sulla mia incredibile avventura al Fisterra (nome gallego-galaico per Finisterre, la fine della terra).
Il Fisterra gallego rappresenta l’ultima terra asciutta e abitata prima dell’oceano Atlantico. La Costa da Morte in particolare &egra...

Il cammino segreto di Santiago, la via pagana dei morti – di Rafael Lema (Edaf ed. 2007) – traduzione di Devana

Prima della traduzione di alcune parti dell’interessante lavoro di Rafael Lema, trovato in una libreria di Santiago de Compostela nel mio viaggio nel 2010, rip...


Guarda il VIDEO


“L’arte di nutrirsi”, con Theo Bellato, stampato in proprio 2003 – Come coniugare la salute, la buona cucina e il rispetto per il pianeta attraverso l’alimentazione biologica e la pratica del digiuno.
“Cristo e Maddalena l’eterna unione d’amore”, conferenza e danza sacra+canto in co-partecipazione al video dell’omonimo convegno Milano marzo 2008, Melchisedek ed. (nella sezione videoarchivio)
“I segreti dell’immortalità”, conferenza e danza sacra+canto in co-partecipazione al video dell’omonimo convegno Milano settembre 2008, Melchisedek ed. (nella sezione videoarchivio)

Libri e video a firma Alessandra D’Elia
“Feng shui” con Gigi Capriolo, Xenia ed. 1998 – l’antica arte cinese di costruire in armonia con il cosmo e la geomanzia.

“L’energia segreta dell’Acqua” con Gigi Capriolo, Xenia ed. 1997 – acque sacre e cosmiche, la memoria dell’acqua e le sue funzioni di vettore universale delle informazioni.

“Sotto il segno del bagatto”, Xenia ed. 1995 – dallo studio delle visioni di Aleister Crowley una visione sinottica delle due più antiche forme di lettura dell’energia: tarocchi e astrologia

“I tarocchi”, Sperling paperback ed. 1993

“Gli astri e noi”, Sperling paperback ed. 1993

“Meditazioni”, produzione Alpha audiovisivi

“Acque di guarigione”, produzione Alpha audiovisivi

“Musica che guarisce”, produzione Alpha audiovisivi

“Angelo Palego, come ho trovato l’arca di Noè”, produzione B.e C. Video

Il canto e la danza
I suoni e le movenze che Devana esegue provengono da dimensioni superiori alla terza. Devana presta il suo corpo e le sue corde vocali per ricreare ogni volta antichi canti e movimenti sacri che risvegliano conoscenza e vitalità in coloro che assistono, come era uso fare tra le antiche sacerdotesse. Le performances sono ogni volta assolutamente improvvisate. Il canto informa le cellule attraverso l’acqua di cui il nostro corpo è composto, come da un ventennio ormai dimostrano gli studi del Centro Studi & Ricerche Cosmòs e le foto del ricercatore giapponese Masaru Emoto. Il canto quindi è un ottimo sistema per riprogrammare le cellule senza passare dal boicottaggio della mente. Questo perché agisce direttamente sulle cellule, informando il siero acquoso di cui sono composte in enorme percentuale.

I riti con l’acqua
L’acqua è da sempre presente nei luoghi di passaggio tra le dimensioni, è la messaggera cosmica e l’archivio universale. Noi siamo composti all’80% di acqua. In ogni luogo sacro c’è acqua - vasche, fiumi, laghi, cascate, sorgenti - con la quale ci si purifica prima di contattare il Divino. Dopo aver ricevuto due iniziazioni nelle gelide acque delle Ande peruane, a 4000 metri di altitudine, Devana è solita bagnarsi ritualmente nelle acque della sacra fonte che alimenta un laghetto vicino alla sua casa in Valganna. In questo modo purifica corpo, intenzioni, proiezioni mentali e vecchi copioni di comportamento, restituendo vigore e longevità alle cellule. Conduce gruppi a sperimentare le medesime abluzioni rituali di purificazione e riprogrammazione nell’acqua sacra.

Dove acquistare i miei libri
www.hoepli.it
www.webster.it
www.libreriauniversitaria.it
www.ilgiardinodeilibri.it
www.macrolibrarsi.it
www.dearecords.it
www.unilibro.it
www.ilmessaggero.it

Link amici
www.verdechiaro.com
www.terracava-nuovaterra.com
www.giulianaconforto.it
www.locaiavacanze.it
www.nascerebene.ch

Editori
www.melchisedek.it
www.nexusedizioni.it
www.anguanaedizioni.it
www.animaedizioni.it