E’ NATO IL CANALE YOUTUBE LA SCUOLA DELLE DONNE

All’inizio del 2016 mi fu chiesto di compiere due missioni. La prima riscrivere le fiabe in versione matrifocale, cosa che ho fatto pubblicando sul mio sito i RACCONTI DEL RISVEGLIO PER LE BAMBINE E LE LORO MAMME. La seconda creare una scuola per le donne. Questo non sapevo come farlo: ci voleva un’aula, delle insegnanti, un programma? Infine la Dea mi ha indicato come fare tutto in modo gratuito affinché le donne che lo desiderano possano studiare le opere femminili assenti dai programmi scolastici senza muoversi da casa: creare un canale youtube con audiolibri letti da donne volontarie. Sono felice di annunciare alle sorelle (e ai fratelli) che è nato il canale youtube LA SCUOLA DELLE DONNE, al momento gestito da me, Devana, ma tecnicamente creato dalla sorella Monica Simoncelli e in attesa che altre volontarie prestino la loro voce alle grandi donne della storia. Leggete la presentazione di seguito e iscrivetevi al canale al link qua sotto: non c’è spesa, non c’è pubblicità, non c’è obbligo, solo cultura al femminile quando e come preferite
Presentazione La scuola delle donne – canale youtube
Le opere femminili, letterarie pittoriche e artistiche in generale, ma anche scientifiche, archeologiche, antropologiche, sono vergognosamente assenti dai programmi scolastici italiani o bollate come opere minori e proposte alle classi solo da insegnanti illuminate che spesso vengono riprese dai presidi per la loro “audacia”. La parola delle donne è tenuta nascosta ancora ai nostri giorni. Non è che non ci siano autrici, semplicemente i provveditorati, così come i direttori dei musei, non ritengono che l’arte e il sapere delle donne abbia un valore e meriti di essere divulgato.
Autrici e donne grandissime come Marguerite Yourcenair prima donna accettata all’Académie Francaise, Hildegard Von Bingen filosofa mistica e scienziata medievale a cui si rivolgevano papi e imperatori, Gabriela Mistral premio nobel cilena per la letteratura e maestra di Pablo Neruda, Jane Austen considerata massima espressione femminile della letteratura inglese, Maria Bellonci romanziera storica italiana ideatrice del Premio Strega, Mary Shelley madre del personaggio di Frankenstein che per prima ebbe l’intuizione della memoria cellulare, e tante altre – Katherine Mansfield, Emily Dickinson, Marija Gimbutas, Sabina Spielrein, Marie Curie, Edith Wharton, le sorelle Brontë, Christine de Pizan – sono sconosciute alla maggioranza delle persone e, quel che è peggio, sono sconosciute a noi, le donne: le loro sorelle.
Il canale youtube LA SCUOLA DELLE DONNE, si propone di far conoscere, soprattutto alle donne dei nostri giorni, la voce di queste grandi autrici artiste sapienti: finché le donne non cominceranno a leggere le donne non sarà possibile spezzare il predominio maschile sulla gestione del pianeta. Le opere vengono proposte in forma di audiolibro e le registrazioni sono realizzate in forma artigianale. La forma dell’audiolibro è ideale per le donne che lavorano e non possono ritagliarsi il tempo di leggere o di frequentare corsi. Un audiolibro si può ascoltare al posto di un programma radio, mentre si cucina, si stira, si è dalla parrucchiera o in coda al casello, in pausa pranzo, durante il jogging o in palestra. Così le donne di ogni età ed estrazione sociale, purché lo desiderino, possono onorare il lascito delle loro sorelle semplicemente ascoltandolo su youtube. A volte anche riascoltare un libro già letto lo pone sotto una luce diversa.
LA SCUOLA DELLE DONNE è un servizio gratuito che viene offerto alle donne per contribuire con forza al risveglio della coscienza della Sacra Femminità anche attraverso la scoperta delle grandi voci femminili del passato che, per esprimersi, hanno dovuto lottare contro un feroce sistema patriarcale. Ogni audiolibro è introdotto da una breve scheda di presentazione, scritta da chi presta la voce, per inquadrare l’autrice dal punto di vista storico. Da Devana buon ascolto e buon viaggio.

CC Devana 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *